La buona volontà accetta Apple Pay nel 2023? [Sì, scansiona e paga]

A cura di:  Michael Restiano
Aggiornato il: 06/05/2023
Saltmoney.org è sostenuto dai lettori. Quando acquistate tramite i link presenti sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione senza alcun costo per voi.

Nel mondo frenetico di oggi, la comodità dei metodi di pagamento digitali sta diventando cruciale in ogni aspetto della nostra vita. Poiché Apple Pay è una delle scelte più popolari tra gli utenti, non sorprende che sempre più aziende stiano integrando questa modalità di pagamento per i propri clienti.

Mentre la maggior parte dei negozi al dettaglio si è già adattata alle moderne opzioni di pagamento, ti starai chiedendo, Goodwill accetta Apple Pay? Essendo una delle più importanti catene di negozi dell'usato negli Stati Uniti, Goodwill offre agli acquirenti una vasta gamma di prodotti usati e talvolta nuovi.

Molte persone si affidano a Goodwill per acquisti attenti al budget o per trovare oggetti unici e antichi. Ma con il cambiamento nel modo in cui paghiamo beni e servizi, è essenziale sapere se Apple Pay è un metodo di pagamento valido presso il tuo negozio Goodwill locale prima di recarti con solo il tuo iPhone in mano.

Cos'è la buona volontà?

Cos'è la buona volontà?

Buona volontà è un'organizzazione senza scopo di lucro che si concentra sulla fornitura di opportunità di lavoro, formazione professionale e programmi basati sulla comunità a persone con disabilità o altre sfide. Fondata nel 1902 dal reverendo Edgar J.

Helms, Goodwill gestisce negozi al dettaglio, centri per le donazioni e strutture per la formazione professionale negli Stati Uniti e in altri paesi.

Le entrate generate da questi negozi dell'usato vengono utilizzate per finanziare vari programmi che mirano a migliorare la qualità della vita delle persone bisognose.

Gli acquirenti possono trovare una vasta selezione di articoli usati su Goodwill, tra cui abbigliamento, mobili, elettronica, libri e altro ancora.

La buona volontà prende Apple Pay?

La buona volontà prende Apple Pay?

Sì, Goodwill accetta Apple Pay come metodo di pagamento in tutte le sue sedi. L'organizzazione riconosce la crescente tendenza dei metodi di pagamento digitali e si è adattata per offrire un'esperienza di acquisto conveniente ai propri clienti.

Tuttavia, la disponibilità di Apple Pay può variare in alcuni negozi Goodwill internazionali o operazioni in franchising a causa delle differenze regionali nei sistemi di pagamento.

Come pagare con Apple Pay in avviamento?

Come pagare con Apple Pay in avviamento?

Pagare con Mela Pay at Goodwill è semplice e veloce. Se il luogo che stai visitando accetta questa forma di pagamento, procedi nel seguente modo per completare l'acquisto:

  • Assicurati che il tuo iPhone o Apple Watch abbia Apple Pay configurato con una carta di credito o di debito supportata.
  • Quando sei pronto per il check-out, avvicinati al terminale di pagamento e comunica al cassiere che desideri pagare utilizzando Apple Pay.
  • Per gli utenti di iPhone, fai doppio clic sul pulsante laterale del dispositivo, quindi esegui l'autenticazione utilizzando Face ID o Touch ID e tieni il telefono vicino al lettore contactless.
  • Per gli utenti di Apple Watch, fai doppio clic sul pulsante laterale dell'orologio e tienilo vicino al lettore contactless finché una leggera vibrazione e un segnale acustico non indicano che la transazione è stata completata.

Quali altre opzioni di pagamento sono disponibili su Goodwill?

Quali altre opzioni di pagamento sono disponibili su Goodwill?

I negozi dell'usato di buona volontà in genere accettano diversi metodi di pagamento diversi da Apple Pay. Le opzioni di pagamento specifiche possono variare a seconda della località, ma ecco alcuni dei metodi di pagamento più comunemente accettati:

  • Contanti: I negozi Goodwill di solito accettano pagamenti in contanti per tutti gli acquisti.
  • Carte di credito e di debito: La maggior parte dei negozi Goodwill accetta le principali carte di credito come Visa, Mastercard, Discover e American Express. Alcuni negozi possono anche accettare carte di debito.
  • Pagamenti mobili: Inoltre Apple Pay, alcuni negozi Goodwill potrebbero accettare altre opzioni di pagamento mobile come Google Pay e Samsung Pay.
  • Carte regalo: Goodwill vende carte regalo che possono essere utilizzate per fare acquisti in uno qualsiasi dei loro negozi.
  • Controlli: Alcuni negozi Goodwill possono accettare assegni personali come forma di pagamento, ma è meglio verificare con il negozio specifico prima di tentare di pagare con un assegno.

Altri negozi come Goodwill che accettano Apple Pay

Altri negozi come Goodwill che accettano Apple Pay

Certo, ecco alcuni negozi come Goodwill che accettano Apple Pay:

  • esercito della Salvezza
  • Habitat per l'umanità ReStore
  • Valore Villaggio
  • Scambio di bufali
  • L'armadio di Platone
  • Risparmiatori
  • Fuori dall'armadio
  • Desert Industries
  • Commercio all'incrocio
  • L'armadio di Beacon
  • Uptown Cheapskate
  • Mentore di vestiti
  • C'era una volta un bambino
  • Giocaci ancora Sport
  • Il negozio dell'usato di Growcery
  • Parsimonioso
  • Negozio di rivendita della Attic Angel Association
  • Hope Gospel Mission Centro affari
  • The Salvation Army Family Store and Donation Center
  • Negozi al dettaglio di buona volontà della California meridionale

Apple Pay è sicuro?

Apple Pay è sicuro?

Apple Pay è considerata una piattaforma di pagamento digitale altamente sicura. Utilizza una combinazione di crittografia, tokenizzazione e autenticazione biometrica per proteggere i dati e le transazioni degli utenti.

Quando aggiungi la tua carta di credito o di debito ad Apple Pay, il sistema genera un Device Account Number (DAN) univoco invece di memorizzare i dati della carta.

Le informazioni sono crittografate e le transazioni richiedono la conferma Face ID o Touch ID, garantendo privacy e sicurezza in ogni transazione Apple Pay.

Domande frequenti su Goodwill e Apple Pay

La buona volontà vicino a me accetta Apple Pay?

Goodwill attualmente accetta Apple Pay in quasi tutte le sedi. Per sapere se il Goodwill vicino a te accetta Apple Pay, contatta direttamente il tuo negozio di fiducia.

Puoi fare acquisti nei negozi con Apple Pay?

Sì, puoi fare acquisti nei negozi con Apple Pay. Molti rivenditori, comprese le grandi catene e le piccole imprese, accettano Apple Pay come metodo di pagamento per gli acquisti in negozio. 

La buona volontà prende Apple Pay Illinois?

La buona volontà accetta sicuramente Apple Pay in Illinois. Hanno incoraggiato metodi di pagamento digitale come Apple Pay e Google Pay durante l'era covid e si sono adattati in modo proattivo alle tecnologie di pagamento contemporanee.

Quale negozio non accetta Apple Pay?

Molti negozi che incoraggiano i propri gateway di pagamento di solito sottovalutano Apple Pay che questi negozi includono

Conclusione

In conclusione, l'adozione da parte di Goodwill di Apple Pay nelle sue sedi evidenzia gli sforzi dell'organizzazione per fornire un'esperienza di acquisto semplice e conveniente ai propri clienti.

Poiché sempre più persone continuano ad adottare metodi di pagamento digitali, è rassicurante vedere strutture di vendita al dettaglio popolari come Goodwill adattarsi e soddisfare queste preferenze.

Inoltre, le misure di sicurezza messe in atto da Apple Pay rafforza la fiducia degli utenti nella sicurezza delle loro transazioni con la crittografia, la tokenizzazione e l'autenticazione biometrica. Gli acquirenti possono fare affidamento su questo gateway di pagamento per un'esperienza senza problemi durante la navigazione nel variegato inventario di Goodwill.

Quindi, sia che tu stia cercando oggetti d'antiquariato unici o necessità economiche, ora puoi entrare nel tuo negozio Goodwill locale con fiducia sapendo che varie opzioni di pagamento sono prontamente disponibili per la tua comodità. Buon risparmio!

Michael Restiano

Dirigo la strategia dei contenuti di prodotto per SaltMoney. Inoltre, sto aiutando il nostro team di 4 persone ad evolvere in una pratica di content strategy matura, con la documentazione e i processi giusti per fornire un lavoro di qualità. Prima di Instacart, sono stato responsabile della strategia dei contenuti presso Uber Eats e Facebook. In precedenza, sono stato content strategist presso SapientNitro, aiutando i principali marchi Fortune 500 a creare contenuti digitali migliori e più utili.

croce